Audrey Hepburn - Colazione da Tiffany



"Lui è buono, vero Gatto? Su, vieni qua, povero amore, povero amore senza nome ... ma io penso che non ho il diritto di dargli un nome ... perché in fondo noi due non ci apparteniamo, è stato un incontro casuale."




lunedì 25 luglio 2011

Escursione a Passo Resia


Veduta del lago di Resia - Alto Adige -

E' bello alternare i progetti ed i lavori quotidiani con qualche escursione in montagna per riposarsi e riempire occhi e cuore di emozioni immersi in paesaggi spettacolari.

Nel pomeriggio di sabato, io e Roberto, siamo partiti alla volta di Passo Resia in Alto Adige.
Arrivati a Reschener Alm dopo aver percorso una ripida strada in mezzo al bosco, ci siamo subito resi conto di essere in un posto fantastico dal quale si poteva ammirare un panorama mozzafiato sulla valle e sul lago di Resia.

Abbiamo, su consiglio di un amico, cenato nell'ononima malga gestita da una famiglia locale.
Non posso evitare di scrivere le prelibatezze presentate nei ns. piatti!
Canederlotti alle ortiche e formaggio di malga, gulasch con polenta e la Rolade fatta in casa (ovvero: rotolo di pan di spagna avvolto con panna e fragole fresche)!

Il gestore, cordiale e simpatico, ci ha permesso di rimanere a dormire nel loro piccolo parcheggio davanti alla malga con il nostro Westfalia per godere, l'indomani mattina in quota (mt. 2020), del sorgere del sole.

Così è stato. La mattina, dopo una buona colazione nel nostro camperino, ci siamo incamminati verso la cima Piz Lad a quota mt.2808. Il tempo non era dei migliori, la notte infatti la temperatura è scesa a 8.5 °.

Durante l'escursione, lungo il sentiero, ci siamo stupiti dell' enorme varietà di fiori alpini nei prati che, non sempre ed ovunque, è possibile vedere.




Abbiamo proseguito il sentiero fermandoci a fotografare alcuni particolari dei fiori.


Negritella lungo il sentiero



Raggiunto Piz Lad il tempo ha iniziato a peggiorare ma ci ha lasciato il tempo di mangiare un panino e scattare alcune foto del panorama stupendo davanti a noi.
Alle nostre spalle la Svizzera perchè il gruppo montagnoso percorso è in un punto particolare ovvero si trova tra Italia, Svizzera ed Austria.


Veduta dal Piz Lad mt. 2808


Ancora qualche chiazza di neve


Particolare della genziana


Roberto si riposa arrivato in cima

5 commenti:

roby ha detto...

Ma la mia foto non è che stona un po' insieme alle bellezze di quei luoghi?

roby ha detto...

si, insomma, se non fosse per le scarpe...

La Pecora Rosa ha detto...

Ahahahah, che ridere i due commenti qui sopra di Roby!!! In effetti mi sono soffermata sulle scarpe: niente pedule ad un'altezza simile? Io mi sarei già slogata una caviglia, visti i riflessi che ho. ;)

Comunque una splendida gita, bravi!

Bacibaci,
I.

sempreRoby ha detto...

Le scarpe sono di una marca che si chiama TASIECAMINA...assolutamente da provare! Con quelle ai piedi arrivi ovunque...!

cristina ha detto...

urca urca ...bisogna che me le procuri quelle scarpe.....chissà che per i miei pargoli non vadano bene.....:-D

Posta un commento