Audrey Hepburn - Colazione da Tiffany



"Lui è buono, vero Gatto? Su, vieni qua, povero amore, povero amore senza nome ... ma io penso che non ho il diritto di dargli un nome ... perché in fondo noi due non ci apparteniamo, è stato un incontro casuale."




mercoledì 25 maggio 2011

Il mio impavido Capitano

Questa piccola storia inizia l'8 dicembre 2006 in occasione di una ciaspolata in compagnia. Un'amico, nello scorrere le foto scattate durante la mattinata, indietreggia di qualche scatto ... ed eccolo ... un gattino di poche settimane completamente bianco con 3 macchiette grigie sulla testolina.
Tutto ammaccato: lividi, ematomi ed un'occhietto chiuso dal veterinario con diversi punti. Impietrita chiedo al mio amico informazioni sul gattino. Mi spiega che sua madre, volontaria attivissima del gattile comunale della mia città, se ne sta prendendo cura dopo un'intervento in extremis del veterinario (ora il nostro!).
Il cucciolo era stato trovato da una coppia in passeggiata ancora in condizioni precarie dopo l'agguato e l'azzuffamento da parte di un gatto randagio o selvatico. Il gattino era stato ritrovato al limitare del bosco.
Da quel momento non pensai ad altro se non a quel batuffolo di cotone.
Mi chiedevo come avrebbe fatto a vivere bene con un'occhietto soltanto. Inesperta assoluta di felini!
La sera di S.Lucia decisi di rivederlo e quindi tenerlo perchè mi aveva colpito profondamente il suo stato e mi aveva sopraffatto l'importanza che doveva essere accudito e soprattutto amato.
Era così bello e piccolo!
Il suo nome non poteva essere che Captain Harlock (il protagonista del mio cartone animato preferito quand'ero bambina).
Mi sono affezionata tantissimo a lui. E' di compagnia. Alle volte sono convinata che gli manchi la parola.
Ora sono sparite le macchiette grigie: il manto è tutto bianco e l'occhietto aperto è verde smeraldo.
Non potrei stare senza lui! Mi fa compagnia mentre sistemo il giardino, mentre cucino è sul davanzale che mi osserva curioso.
Quando cucio si siede su una sedia, si accovaccia e riposa tranquillo vicino a me.
La sera viene a dormire sul letto e si porta sempre un animaletto di peluche piccolo piccolo.
Incredibile quanto sia buffo il suo musetto. Mi ha sempre fatto impazzire il suo nasino rosa!

Captain Harlock
Sono stata davvero fortunata ad incontrarlo!

Harlock sta valutando l'acquisto della nuova sdraio

4 commenti:

cristina ha detto...

ciao Francesca.
sono d'accordo con te...avere una bestiola che ti vuole bene è veramente un grosso regalo...e a volte manca loro proprio la parola perchè si capisce perfettamentequello che vogliono dirci.

Avresti dovuto vedere la nostra Liquirizia in montagna scorazzare libera....era veramente felice, io e cecilia con lei anche se avevamo paura che facesse qualche sparizione. a presto ciao

La Pecora Rosa ha detto...

"Mi chiedevo come avrebbe fatto a vivere bene con un occhietto soltanto"... Ecco, è da frasi come queste che si capisce che sei una persona speciale.

Nonostante sapessi già delle avventura di Harlock, mi sono intenerita di nuovo leggendo questo post. Sei stata certamente fortunata ad incontrarlo, ma vogliamo parlare della fortuna che ha avuto lui ad essere adottato da voi? ;)

Bacini e buone vacanzeeeee!!!
I.

Federica ha detto...

francy!!! vengo qui un po in ritardo per un piccolo saluto di risposta al tuo commento, e guarda chi mi ritrovo? questa meraviglia di miciotto bianco!!! l'immagine di lui che sale a letto con un peluche mi fa morire, ma pensa di essere un cane? crisi di identitá??? troppo forte :))) anche io ho avuto un mio personale piratino, chico, quando ero piu piccina. E' stato forse il mio primo grande amore felino, e lo ricordo ancora oggi con una dolcezza infinita. Come immaginerai nn stava fermo un secondo, e il fatto di avere un occhio solo (l;altro perso in un incidente da piccolissimo, motivo per cui lo abbiamo raccolto, un pó come te) nn era assolutamente un handicap. si lanciava dalle finestre, faceva l'equilibrista in terrazzo ecc.ecc.!
passando dalla fauna alla flora (^_^) grazie per il supporto sulle queen of sweden!!! sai le amo cosí tanto che ne ho appena prese altre tre per il giardino dietro, le ho messe dietro la lavanda, hanno giá tanti boccioli e nn vedo l'ora che crescano rigogliose come le tue!!!
un bacione cara!
fede

Akela ha detto...

Francy cara,
da parecchio (colpevolmente) non passavo da queste parti.
Le 'scuse' le conosci tutte, quindi non starò a ripetere.
Oggi ho cercato di 'recuperare'... parole non lette, immagini e vecchi post.
Sono rimasto piacevolmente sorpreso dai contenuti, dalla grafica, dalla continuità.
Complimenti Francy! Molti!
Una parola che mi è passata per la testa mentre sfogliavo i vari post è stata 'carattere'.
Ecco, mi sembra che il 'carattere' del tuo blog si stia delineando sempre più.
Ammirazione anche per il lavoro 'nascosto'... come sai, non mi è del tutto sconosciuta la 'fatica' del blogger.
Il tuo modo di scrivere rende onore alla simpatia che diffondi 'dal vivo'.
Non mi soffermo (promesso, solo per ora) sui tuoi lavori.
Bello 'capitare' sul post del Harlock: un piccolo segno, per chi ci crede.
Bello conoscerti, bello averti incontrata, bello poterti parlare così.

Posta un commento