Audrey Hepburn - Colazione da Tiffany



"Lui è buono, vero Gatto? Su, vieni qua, povero amore, povero amore senza nome ... ma io penso che non ho il diritto di dargli un nome ... perché in fondo noi due non ci apparteniamo, è stato un incontro casuale."




sabato 7 maggio 2011

Di giardinaggio, bricolage, lavori, cucito e nipotine ...

Ho avuto un mese ricco di impegni e, nonostante sia un tantino stanca, sono molto felice!

Prima di tutto il lavoro di giardinaggio ha portato i primi risultati: oggi è sbocciata la prima rosa "Summer song" di David Austin ed i boccioli delle altre si apriranno sicuramente nei prossimi giorni. Ora: chi non ama coltivare, curare ed ammirare i fiori difficilmente può capire cosa si può provare ogni volta che un fiore od una pianta desiderati e ricercati inizi a fiorire.
Questa mattina, splendida peraltro, mi sono fatta un buon caffè anticipato da un doveroso "After eight" e ho sorseggiato e gustato tutto in mezzo ai miei fiori ed alle mie rose. Mi sono detta:"Cosa vuoi di più?" ed effettivamente non mancava nulla.

Ho terminato di tinteggiare il tavolo, le sedie e lo sgabellino (trovato in soffitta) per le mie nipotine Emma ed Aurora che spesso, soprattutto ora con la bella stagione, sono in giardino a giocare, a far divertire i miei gatti e a chiacchiere con la sottoscritta.

Il sabato sono spesso con loro e solitamente si fermano a mangiare la pizza e, dopo cena, ci sediamo tutti sul divano e leggo loro alcuni racconti. Alcune volte si fermano anche a dormire perchè c'è una camera riservata agli ospiti e, a parte una mia cara amica di Norimberga, il letto è utilizzato dalle mie nipotine!

Ieri, sorpresona, in un'edicola ben fornita del centro ho trovato, il libro di cucito creativo con tecniche di patchwoek ed appliqué che sto cercando da alcuni mesi. Ero contentissima, naturalmente! Si tratta della crafter Barrie Sue Gaudet. I lavori sono molto graziosi, utilizza dei colori pastello e dei ricami raffinati e delicati. Nei prossimi giorni vorrei imparare alcuni punti di ricamo che non conosco: punto pieno, punto sopraggitto, punto margherita, punto nodini, punto indietro e punto filza. Ho alcune idee in testa ma per realizzarle ho bisogno di imparare questi punti!

Tra le mille cose fatte o in programma c'è la tinteggiatura e ristrutturazione dello studio. Ieri mattina ho iniziato ad impacchettare le mie cose, a sistemare nei cassettoni le svariate stoffe e tessuti. Ho coperto la macchina da cucire che, poverina, per alcune settimane rimarrà lì sola soletta. Anche i miei lavori, quindi, si fermeranno per un pò.

Ho acquistato il colore e tutto l'occorrente per la pittura. Ho intenzione, inoltre, di recuperare e quindi, carteggiare, ritoccare e pitturare un vecchio tavolo trovato in soffitta che, tra l'altro, mi piace molto.

La stanza avrà un colore burro con la rifinitura superiore bianca. I mobili color ciliegio si sposano bene con quella tinta. Invece sono indecisa sulla stoffa che vorrei utilizzare per i cuscini delle sedie.

Pensavo ad un verde salvia molto delicato come fondo/base ma sono indecisa tra pois e ... tanto per cambiare, roselline. Ci penserò!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Sempre all'opera la SuperFrancyP! Bacetti

La Pecora Rosa ha detto...

Che post meditativo! Se chiedi a me un consiglio sulla stoffa per i cuscini, beh, sai già cosa ti rispondo, no? Pois tutta la vita!!!! Dài, scegli i puntini per alternare le roselline consuete.
Io sono tornata finalmente operativa sul blog.

Ho visto le creazioni di Lynette Anderson: meravigliose tutte, ma quelle con i gattini mi fanno andare fuori di testa!

Ho fatto l'ordine delle garze di lino: ti farò sapere se/quando arriva. ;)

Nelle prossime settimane dobbiamo vederci in città con queste belle giornate per fare un bel "giro al Sass", se ti va. ;)

Bacibaci e saluti a Roby + pelosetti,
I.

Posta un commento